Problematiche alimentari

 image image

Nel rapporto col cibo col proprio corpo in generale si possono riflettere molti aspetti di disagio emotivo e psicologico, derivanti dall’idea che si ha di sé e dalle relazioni (e confronti) con gli altri, dai rapporti con le figure di riferimento affettive, e da una modalità a volte confusa e conflittuale di viversi le proprie emozioni.

È possibile sviluppare l’armonia tra corpo e mente attraverso la comprensione di come si sviluppa, ad esempio, il bisogno di controllo e perfezione spesso presente in queste situazioni, e come questo si mantiene oggigiorno.  Altrettanto spesso il cibo può divenire uno strumento per tentare di colmare profondi sentimenti di vuoto, inadeguatezza o solitudine.

Sotto altri punti di vista il disturbo alimentare  può esprimere un conflitto di potere e sui confini con le persone significative, dove un estremo bisogno di vicinanza e considerazione ai alterna costantemente con un senso di invasione e col timore d’essere giudicati e definiti dall’altro. Da qui emerge spesso un  alto grado di rabbia e conflittualità nelle relazioni intime.

Attraverso la Psicoterapia è possibile innanzitutto prendere maggior consapevolezza delle proprie emozioni, di come questi spingano inconsapevolmente ad entrare e alimentare alcuni «giochi relazionali» disfunzionali, e  di come la propria immagine corporea e il rapporto col cibo muti nel quotidiano riflettendole oscillazioni dei propri rapporti affettivi.

Oggigiorno le moderne tecniche di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale e Cognitivo Costruttivista, assieme, là dove il paziente lo desideri, alla collaborazione con il medico nutrizionista,  si rivelano efficaci nel trattamento di:

•ANORESSIA NERVOSA

•BULIMIA NERVOSA
•DISTURBI DI ALIMENTAZIONE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI
•BINGE EATING DISORDER / OBESITA’

Dott. Petrini Alessandro

Il dottor Alessandro Petrini è Psicologo, Psicoterapeuta e Sessuologo Clinico. Si è specializzato in Psicoterapia Cognitiva a Torino
Chiudi il menu