“Manutenzione” del desiderio sessuale
desiderio sessuale

“Manutenzione” del desiderio sessuale

“Manutenzione” del desiderio sessuale

Lo stereotipo più diffuso vuole che la massima carica di desiderio sessuale sia legata alla novità e quindi al primo periodo di un rapporto di coppia, e che col passare del tempo esso sia destinato a ridimensionarsi all’interno dello stesso rapporto. Questo, seppur vero in molte storie, spesso può essere dovuto a motivi anche molto diversi tra loro. In situazioni dove questo calo venga percepito come fisiologico e in assenza di altre problematiche sottostanti, è importante comunque non sottovalutare l’importanza che una buona complicità e intimità sessuale riveste nell’avvicinare due partner e mantenerli su un assetto cooperativo e di reale interesse reciproco.

• LA “MANUTENZIONE” DEL DESIDERIO DI COPPIA È importante parlare apertamente dell’argomento e dell’importanza che riveste. Coltivare uno spazio di coppia e tutelarlo dall’essere annullato da altre incombenze (figli, lavoro, etc.) è altrettanto fondamentale per programmare le varie attività immaginando dove e come sia possibile ritagliarsi dello spazio di qualità per noi, o almeno condividere il rammarico per un periodo difficile in cui questo risulta impossibile. Condividere il dispiacere per la difficoltà a stare insieme, fa anche sentire ancora reciprocamente desiderati.

• UNO SPAZIO SU MISURA, DOVE QUESTA È SEMPRE PER DUE È essenziale ricordare che lo spazio di intimità che si va cercando deve essere a misura di entrambi. Deve tenere in considerazione i piaceri e i bisogni di ciascuno e non riflettere la prospettiva solo di uno dei due, che si arroga il diritto di cosa e quando è giusto desiderare. Il desiderio non é mai “dovuto” e può giungere solo se solleticato nel modo appropriato.

• RITROVARE IL PIACERE, NON IL SENSO DEL DOVERE Nel caso in cui si avverta un calo del desiderio, è sempre più efficace concentrarsi prima di tutto sul coltivare e stimolare il proprio desiderio piuttosto che quello altrui, attraverso proposte e compromessi con l’altro. Se l’altro farà lo stesso, si instaurerà una reciprocità positiva, mossa per ognuno dalla ricerca del proprio piacere e non dal senso del dovere.

• QUANDO LO STEREOTIPO AIUTA Non bisogna dimenticare di sfruttare a proprio vantaggio alcuni stereotipi culturali che riflettono reali meccanismi percettivi implicati nel desiderio. Un’illuminazione calda e soffusa, una musica in sottofondo, candele e profumi, sono elementi che stimolano alcuni canali neurali nel modo giusto e che in generale sono utili a sottolineare a entrambi la particolarità del momento e a lasciare all’esterno le preoccupazioni di altra natura.

• L’ELEMENTO NOVITÀ NON È VIETATO ALLE COPPIE GIÀ RODATE, Può essere costantemente ravvivato non solo con aspetti concreti (nuovi luoghi, nuovi abbigliamenti) ma soprattutto con la ricerca di fantasie possibili nella realtà, magari interpretabili con giochi di ruolo «facciamo che io sono… e che tu sei…» che possono costituire uno spiraglio su altri aspetti delle personalità di entrambi non sempre espressi nella vita quotidiana

 

Dott. Petrini Alessandro

Il dottor Alessandro Petrini è Psicologo, Psicoterapeuta e Sessuologo Clinico. Si è specializzato in Psicoterapia Cognitiva a Torino
Chiudi il menu